La magia verde è una delle sotto categorie della magia, come quella nera, rossa o bianca. La sua particolarità, rispetto alle altre, è l’impiego di soli ingredienti di Madre Natura come piante, fiori e frutti.

Pittura rupestre della grotta di Lascaux - fatta da uomini primitivi che credevano nella magia verde
La famosa pittura rupestre della grotta di Lascaux. Foto di: Prof saxx [Public domain], via Wikimedia Commons.

La storia della magia è nata tantissimi anni fa; prima delle odierne religioni e credenze; quando ancora l’uomo viveva nelle caverne, e il sommo potere era affidato agli sciamani ed agli stregoni; gli unici in grado di interpretare e cambiare il volere delle divinità superiori.

E quale avrebbe dovuto essere il primo, importante dono dato dalle entità ultraterrene agli uomini se non la forza, la varietà ed i tesori della Natura?

Proprio da questa abbondanza è nata la magia verde, una magia naturale che fa uso solamente degli ingredienti che Madre Natura fornisce.

Quali sono gli ingredienti della magia verde?

Quando si parla degli ingredienti della magia verde possono nascere incomprensioni. Spesso infatti si pensa che questa forza sfrutti solo gli elementi del regno vegetale, ma ciò è sbagliato. Questo tipo di magia, infatti, fa uso di tutto ciò che si trova in natura, e questo quindi include:

  • Elementi del regno vegetale come piante, fiori, frutti, bacche, semi e radici.
  • Elementi naturali semplici o geologici come terra, acqua, fuoco, pietre e rocce, sali marini e geologici, rugiada.
  • Elementi del regno animale come peli, piume e penne di animali.
Campo di fiori in riva ad un lago
Photo by Edward Koorey on Unsplash

Si tratta di una magia molto semplice e primitiva, paragonata alla più complessa magia bianca, ma che esiste dall’alba dei tempi e che anzi si è perpetrata e mantenuta fino ad oggi attraverso la Wicca, una religione che venera come divinità principale proprio Madre Natura. Così come è accostabile alla magia positiva, poi, è vicina alla magia nera, poiché con diversi ingredienti naturali si possono anche creare rudimentali veleni, ma anche richiedere maledizioni e fatture.

Ovviamente è importante fare molta attenzione a non danneggiare le piante durante la raccolta di fiori, foglie o altre parti della pianta. Se poi una pianta dovesse essere estirpata o sradicata, magari perché una ritualistica necessita delle radici, è necessario ripiantarla nelle immediate vicinanze, così da lasciare inalterata la Natura dopo il proprio passaggio.

Dopo la raccolta delle sostanze necessarie, ringrazia sempre Madre Natura.

Incantesimi di magia verde: gli elementi necessari

Per praticare la magia verde, in realtà, non sono necessari così tanti elementi. Essendo una magia basata principalmente sugli ingredienti naturali, la loro lavorazione è sempre stata mantenuta il più semplice possibile, molto diversa da rituali anche semplici di magia rossa come il legamento d’amore haitiano, ed enormemente diversa da ritualistiche molto più complesse come quelle di magia bianca per vincere soldi.

Detto ciò, gli elementi più comunemente utilizzati in magia verde sono:

  • Pestelli e mortai
  • Pentole smaltate o, preferibilmente, in vetro.
  • Candele
  • Panni in cotone

Questo è quanto. Attenzione al metallo; infatti questo è assolutamente da evitare.

Il metallo, infatti, contribuisce all’ossidazione veloce delle piante impiegate per la preparazione, cosa che ne danneggia le proprietà magiche. Questo è anche il motivo per cui in cucina, ad esempio, si immergono le verdure in ghiaccio o si utilizza il limone, così che mantengano le proprie sostanze.

Quando nasce la magia verde?

Come detto, si tratta di rituali antichissimi e con centinaia di anni sulle spalle. I primi a credere nel potere di Madre Natura e ad invocarne la forza nei rituali sono stati gli uomini primitivi. All’epoca, la religione, la medicina, la scienza e l’astrologia erano affidati a sciamani e stregoni, gli unici in grado di interpretare e capire il volere di Madre Natura.

Questi uomini eletti dovevano individuare le forze in grado di fare il bene, o di fare il male, che la Natura forniva. Nel caso operassero per il bene, naturalmente producevano pozioni o medicinali, ed in quel caso la tradizione si riferisce a questi uomini anche come Curanderos; mentre quando ricercavano gli effetti malefici e negativi delle forze naturali si dilettavano nella produzione di veleni, da applicare poi sulle armi.

Ciò è stato vero fino all’avvento delle religioni monoteiste; dunque anche popoli illuminati e certo non preistorici come gli antichi greci e gli antichi romani avevano un grande rispetto per Madre Natura e per i suoi doni. Nell’Antica Grecia questa era rappresentata dalla dea Demetra, mentre a Roma si venerava Cerere; anche se il culto della prima è sempre stato più importante di quello della seconda.

La Wicca

Fortemente collegata alla magia verde è la Wicca, una religione antichissima ma ancora praticata oggi, fondata sul rispetto di Madre Natura, sulla credenza in una Dea Triplice, che rappresenta la Grande Madre Creatrice, e in un Dio Cornuto, nato in realtà dall’unione di diverse divinità maschili prese da altri riti. Ci sono poi elementi di affinità con religioni orientali come l’induismo ed il taoismo, ma anche con elementi della cultura della Grecia classica.

Da questa, infatti, sono stati presi i 4 elementi: acqua, aria, fuoco, terra; a cui è stato però aggiunto l’etere, che secondo la Wicca è l’elemento che regola gli altri 4 e l’equilibrio del mondo.

Wiccan Jewellery

Conoscendo e padroneggiando questi 5 elementi, le regole fondamentali che guidano il mondo, si può giungere al contatto con le due divinità sopra individuate.

La Wicca moderna nasce invece negli anni ’50, ad opera di Gerald Gardner. Gardner era un funzionario dello stato britannico, esperto di esoterismo, che ha creato la Bricket Wood Coven, la prima confraternita dedita alla Wicca dell’era moderna.

Witches Hut 2006 side view

Come Studiare la Magia Verde

Per chi volesse studiare la magia verde, oggi l’editoria specialistica offre molto. Sono infatti stati pubblicati molti libri che raccolgono i principi e diversi incantesimi di magia verde, perfetti sia per chi vuole iniziare da zero, sia per chi ha già provato a connettersi con il regno sovrannaturale.

Tra i manuali consigliati c’è il “Manuale di Magia Verde di Giacomo Albano“, perfetto per chi intende iniziare e vuole partire subito con il piede giusto; ma anche “Magia Verde. Magia popolare, rituali con le fate e incantesimi con le erbe“, altro validissimo testo che approfondisce anche la religione Wicca.

La magia verde, quindi, è una magia antica e da rispettare, e da cui anzi ci sarebbe da imparare. Oggi sappiamo quanto l’ambiente sia compromesso, e c’è da credere che se in più persone rispettassero la Natura come tante centinaia di anni fa, oggi il nostro pianeta starebbe meglio e sarebbe ancora una casa sicura per noi.

In questo articolo non abbiamo parlato d’amore. Per quanto sia una magia legata a forze sovrannaturali, infatti, esistono altri tipi di ritualistiche pensate per chi vuole ottenere risultati amorosi; nello specifico magia rossa e legamenti d’amore.

Chiudi il menu
CREATED